Visto che l'avv. Elio STICCO venerdì pomeriggio era andato via quando in consiglio  si è votato per decidere se bisognava costituirsi o meno nel giudizio

gravina rossellainnanzi al TAR intentato dall'avv. Marco GENTILE contro gli avvocati Elio STICCO e Rosanna RAUCCI , quando gli ho chiesto se era vero che il COA aveva raggiunto l'unanimità nel decidere di non costituirsi., lui sembrava cadere dalle nuvole!

"Non ne so nulla-ci ha risposto- e non mi fa affatto piacere che hanno deciso in tal senso anche se come già ti ho detto, io mi sono già costituito. Io sono andato via protestando sul fatto che non erano state inserite all'O.d.G. le proposte di modifica sul regolamento che avevo chiesto. Anche l'avv. RAUCCI ha abbandonato. Sono andato al convegno del Presidente CAIAZZA."

Non ci resta che contattare il vice Presidente avv. Renato IASELLI. "Anche io non c'ero perchè non potevo mancare ad un impegno improrogabile fissato per le 15:30 e quindi sono dovuto andar via prima e non so se si sia votato e come ma non lo escludo.

Bisogna anche dire che il ricorso dell'avv. Marco GENTILE era un ricorso tra candidati, era un ricorso quindi diverso da quello presentato avverso la proclamazione degli eletti dagli altri ricorrenti.Si tratta di un ricorso con disegno completamente opposto a quello degli altri ricorrenti.

Quindi devo anche dirti che in realtà io non c'ero ma in realtà aveva le caratteristi più di ricorso tra soggetti che non nei confronti del metodo. Non credo neanche che sia tecnicamente fondato nè nei confronti di Rosanna nè nei confronti di Sticco. Nessuno dei due ha fatto il biennio per ragioni differenti:Rosanna non ha completato uno e l'altro non ha neppure iniziato. Il punto vero è che, come si era lamentato il presidente STICCO, non erano stati inseriti all'O.d.G gli argomenti che ave chiesto di inserire.

iaselli reanato1Ma questo consiglio si è preoccupato più dell'Ordinario, come i pagamenri.

Abbiamo liquidati i compensi della Commissione elettorale.E questo andava fatto!"

Ringraziamo il Vice Presidente avv. Renato IASELLI per la sua disponibilità e trasparenza. Contattiamo la consigliera dell'Ordine di minoranza avv. Rossella GRAVINA degli avvocati 4.0 nella speranza che almeno lei fosse presente alla votazione, siamo fortunati:c'era! "Mancavano l'avv. IASELLI, l'avv. PUOTI, l'avv. STICCO e l'avv.RAUCCI ma era assente anche Fernanda D'AMBROGIO."

"Ma avete deciso all'unanimità di votare contro la costituzione in giudizio nel ricorso di Marco GENTILE, secondo dei non eletti, nei confronti dell'avv. Elio STICCO e Rosanna RAUCCI?"

"No assolutamente,-risponde Rossella- noi ci siamo astenuti.SADUTTO e GALLO invece, come la maggioranza, hanno votato contro! Anche noi ci siamo ribellati per il mancato inserimento all'O.d.G. degli argomenti richesti.

Ho chiesto poi chiarimenti sulla PEC fatta circolare sui social il giovedì notte dalla consigliera, delegata dal Presidente PANNONE, avv. Emilia BORGIA, sulla edilizia giudiziaria, PEC indirizzata al Ministero di Giustizia Dipartimento Organizzazione Giudiziaria del Personale e dei Servizi e alla Direzione Generale Risorse Materiali/Beni e Servizi avente ad oggetto la richiesta di un incontro per conoscere i tempi di consegna alla IV Sezione Civile, ancora e sempre a Grattapulci, nonostante la promessa che la consegna sarebbe avvenuta trenta giorni dopo,il 13 Settembre 2018, circa sei mesi fa e nonostante il decreto emesso dal Presidente del Tribunale sia abbondantemente scaduto.

Perchè non ci si è rivolti direttamente al Presidente del Tribunale e chiederLe tempi e modalità del trasferimento alla Mario FIORE?" Si chiede la consigiera di minoranza GRAVINA che ha chiesto chiarimenti in consiglio.

"Condividiamo le finalità ma non ci piace che non siamo stati coinvolti"-ha detto la stessa consigliera GRAVINA e chiede: "fa pubblicare la PEC dall'avv. Angela DEL VECCHIO e noi non ne sappiamo nulla, mentre sul sito ufficiale del COA non v'è ancora traccia di questa PEC, ma del resto neppure le deleghe conferite ai singoli consiglieri risultano ancora pubblicate sul sito ufficiale del COA.

Quindi per i problemi degli iscritti non ancora si sa a chi rivolgersi.Mai attribuite deleghe in consiglio, mai concordato in consiglio a chi scrivere e cosa."