Così domani 8 Marzo il Consiglio dell'Ordine degli Avvocati è stato convocato in anticipo, ma non v'è traccia alcuna dei punti all'O.d.G. che si attendevano, o

almeno avevano richiesto a mezzo pec, a termini dell'art. 7 del Regolamento, in data 22 febbraio u.s., dagli avv. Adolfo Russo, Luciana Basilica, Rossella Gravina, Mario Palmirani, Massimo Sciaudone e Clemente Teodosio, consiglieri eletti della lista Avvocati 4.0. Certo affrontarli tutti non avebbe consenntito al Presidente Pannone di essere presente al Convegno sull'Anticorruzione ma almeno qualcuno più urgente degli altri. . . D'altra parte gli stessi consiglieri Avvocati 4.0 firmatari della PEC, relativamente alla mancata partecipazione alla Cerimonia d'insediiamento, tengono giustamente a sottolineare:"

Noi "assenti" abbiamo inviato preventivamente (oltre ad averlo detto nella seduta del consiglio Dignità Forenseprecedente ) pec al presidente, alla segretaria e a tutti i consiglieri dove spiegavamo le ragioni della "nostra sofferta" mancata partecipazionne alla cerimonia d'insediamento "priva dei contenuti programmatici prescritti dal Regolamento all'art.13, peraltro rappresentata e celebrata in un ambiente innaturale alla nostra funzione e senza compartecipazione della magistratura."

In effetti la pec inviata dagli Avvocati 4.0 chiedeva tanto altro da metter all'O.d.G. come potrete vedere ma per la Cerimonia chiedeva una "Programmazione annuale del Consiglio da approvare con la maggioranza relativa, da presentare nella relazionePresidenziale e del Tesoriere, anche alla cerimonia d'insediamento come previsto dall'art.13 del Regolamento." inascolati.

Ancora più diretto e più esplicito il consigliere avv. Elio Sticco il quale addirittura stigmatizza non solo il mancato inserimento all'odg delle sue proposte  sul nuovo Regolamento.

Gli chiediamo "Hai con te l'O.d.G. per la seduta del COA di domani?"

E lui:"Aspetta sì ce l'ho . Pannone ha dimenticato forse ha di aver interrotto la seduta del consiglio precedente e che c'erano argomenti all'o.d.g. non discussi che avrebbe quindi dovuto portare all'o.d.g. di domani ed ha fatto un nuovo o.d.g. senza quegli argomenti. Lo abbiamo sospeso? Quindi  dovevamo riprendere dagli argomenti del precedente e andare avanti! Ma non solo questo: Perchè per esempio sono stati bloccati i crediti formativi? Li abbiamo fermati, non si possono dare crediti formativi a tutti, non debbono essere riconosciuti a chi non ne ha diritto. Dicono: hanno lasciato l'arretrato, il vecchio consiglio ha lasciato l'arretrato!" Rispondo:Non è vero! Nel vecchio c'era Nel nuovo O.d.G. c'è quasi tutta parte ordinaria, tipo comunicazione del Presidente, istanza di patrocinio gratuito di  x, iscrizione all'albo del praticante y, cancellazione dall'albo dell'avv.Z, etcc. di straordinario c'è il 34°Congresso Straordinario Forense per il 5 e 6 Aprile a Roma con i vecchi delegati e poi c'è il Ricorso presentato dall'avv. GENTILE, quello che ha fatto contro di me, quell'altro il consiglio ha fatto proprio con i tre che hanno votato insieme alla minoranza. Questo a mio avviso è la stessa cosa, perchè colpisci l'intero consiglio ma vedrai che non si comporteranno nello stesso modo. Io mi sono già costituito!" E all'O.d.G. ci sta la presunta incompatibilità dell'avv. Ugo VERRILLO, componente del Consiglio di Amministrazione della FEST e consigliere dell'ordine?Chiediamo e lui:"No, e non ha messo neppure la mia richiesta di disamina di proposta di regolamento eppure io la avevo presentata nei termini. Giorno 9 Aprile scade il CDA della Fest e bisogna nominare i componenti del nuovo. Ho l'impressione che è come se lo avessero già nominato! Almeno a vedere quotidianamente la presenza  di  uno componenti negli uffici del Consiglio dell'Ordine peraltro  "incompatibile"!" E perché poi sarebbe incompatibile? Gli chiediamo. "E vabbuò io sto preparando il papiello, questo non te lo dico! Non solo la sua presenza quotidiana negli uffici ma anche tanto altro come il fatto che ha già nominato i nuovi docenti al corso ed altro. Lo debbono fare e poi avere la sorpresa. Il fatto che ha anticipato l'orario della seduta del consiglio di domani fissandone di fatto anche la durata per l'evento di domani significa forse che nessuno deve parlare e non va bene. . .Se facciamo dei rilievi o notazioni  li facciamo con affetto non da nemico. " Conclude