"Molte professioni possono farsi con il cervello e non con il cuore; ma l’avvocato no! L’avvocato non può essere un puro logico né un ironico scettico, l’avvocato

deve essere prima di tutto un cuore: un altruista, uno che sappia comprendere gli altri uomini e farli vivere in sé; assumere su di sé i loro dolori e sentire come sue le loro ambascie” (Piero Calamandrei). Grazie a queste belle “parole – guida” pronunciate dal Presidente Avv. Ottavio Pannone nel corso della Cerimonia di insediamento del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati del Foro di S. Maria C.V. e riportate fedelmente dalla collega Patrizia Di Spazio sul suo profilo Facebook dove formula Auguri al Presidente, ai Consiglieri e a tutti noi Avvocati! ", auguri ai quali naturalmente ci associamo possiamoo degnante inaugurare questo nuovo sito che dedicheremo all'avvocatura sammaritana di ieri e di oggi, aperto naturalmente ai contributi di pensiero e di opinioni dei colleghi! PANNONEindipendenti dalla nostra volontà! Del resto il fatto che quasi un terzo degli eletti abbia disertato la Cerimonia dell'insediamento non è stato certo uno spettacolo edificante, tanto più che, almeno per quanto ci risulta, non c'è stato alcun documento da parte degli avvocati eletti nella lista Avvocati 4.0, capeggiata dall'Avv. Adolfo Russo, che abbia specificato le ragioni del dissenso e neppure una qualsiasi replica alla dichiarazione fatta dal vice presidente del COA, avv. Renato IASELLI, dichiarazione che, tra l'altro prefigura come pomo della discordia la scelta della ubicazione della cerimonia!

E' stato comunque un successo per il neoeletto Presidente avv. Ottavio PANNONE e per i consiglieri presenti tutti! All'intero Consiglio formuliamo i migliori auguri per un lavoro proficuo e duraturo nell'interesse della classe forense che ormai da anni attraversa un periodo non facile! Il lustro appena trascorso soprattutto per la classe forense sammaritana è stato tra i più travagliati di cui abbiamo memoria e, per la verità, almeno dall'abbrivio sembra voler segnare anche quello che sta per cominciare.

La votazione relativa alla costituzione in giudizio pendente instaurato dagli avv.ti Angela DEL VECCHIO, Patrizia MANNA e Antonio MIRRA, proclazione degli eletti del Consiglio dell'Ordine ha visto i consiglieri eletti della lista "Dignità Forense" Presidente PANNONE compreso votare in un modo mentre il Vice Presidente del COA avv. IASELLI la segretaria Annamaria SADUTTO e la consigliera Renata PUOTI votare insieme ai consiglieri di minoranza. 

coa verrillo altriNon finisce qua perchè nuvoloni neri si addensano sul prossimo consiglio di venerdì 8 Marzo, Festa della Donna, augurissimi a tutte le Colleghe! Il consigliere avv. Elio STICCO, che non ha perduto "quello spirto guerrier che entro gli rugge", come disse il poeta, senza frapporre indugio ed a dispetto di qualsiasi pronuncia giurisdizionale, continua la sua battaglia sulla FEST !

Qualche giorno fa ha inviato al Presidente del COA avv. Ottavio PANNONE ed a tutti i consiglieri una missiva con la quale ricorda che il 9 Aprile p.v. scade il Consiglio di Amministrazione della FEST e si preoccupa di sottolineare che "la nomina certamente dovrà filtrare attraverso una regolamentazione imposta dal Nuovo Ordinamento Forense , che attribuisce al Consiglio dell’Ordine la supervisione ed il controllo della formazione dei praticanti e degli avvocati nonchè il riconoscimento dei crediti per il quale è stato predisposto il sistema Albosfera a mezzo del quale i crediti che la Fondazione ha erogati dal novembre col sistema RICONOSCO non sono accreditabili."

Non solo ma aggiunge:"dopo la regolamentazione bisogna procedere con urgenza alla nomina, cui dovrà seguire la consegna legale con lo inventario dello stato dell’immobile, delle attrezzature ed arredamento ,essendo mancata la manutenzione ed il Consiglio dovrà cautelarsi da responsabilità specie perché l’attuale C.d.A. ha amministrato senza procedere a regolare inventario a mezzo dell’Uff.Giud.e comunque in modo conflittuale così da infarcire la gestione di varie controversie.

La conflittualità-scrive Sticco nella missiva- è culminata perfino in una denuncia penale nei confronti di tutti i componenti del precedente C.O.A. che rafforza la incompatibile presenza dell’avv.Ugo Verrillo dimostrata peraltro nell’intervento della precedente seduta in cui spogliandosi della veste di Consigliere dell’Ordine assunse la difesa delle malefatte della Fondazione di cui è corresponsabile."

Ci sembra però, se non ricordiamo male, cosa possibilissima, che il CDA abbia vinto le cause intentate dal COA al CDA.

Arrivano infine da parte del Presidente emerito avv. STICCO "gli spunti per il nuovo regolamento." Eccoli:"Avvocati e Cassazionisti,organizzazione dello studio con i collaboratori diretto ed indiretti,assenza di ricorsi e procedimenti disciplinari e di conflitti tra Fondazione e Consiglio e di giudizi passati ed in corso con un minimo di esercizio di almeno dieci anni e diritto preferenziale per i Cassazionisti" ed ancora "divieto di cumulo della carica di Consigliere della Fondazione con quella di Consigliere dell’Ordine,Commissione di Disciplina,componente C.O.A. ed OUA. riconoscendo il diritto di revoca del C.O.A. in caso di trasgressione ,ferma la violazione deontologica." 

Applicazione del Nuovo Ordinamento che riserva supervisione e controllo della formazione al C.O.A. che attribuisce in via esclusiva i crediti formativi ed il riscontro delle presenze dei partecipanti agli eventi sia della Scuola dei Praticanti che della Formazione Continua essendo stato escluso il sistema “RICONOSCO”e sostituito con quello di “ALBO SFERA” dal

28 febbraio 2018." ed infine:"Entrambi i bilanci dovranno essere approvati nei termini e dovranno essere corredati oltre della relazione del Presidente: : a) del parere del Comitato Scientifico; b) della relazione del Tesoriere; c) del parere del Collegio dei Revisori d) specifica di ogni singola spesa"
Sticco conclude:"dovrebbe essere inserito nell’ordine del giorno del prossimo Consiglio." Assicura che al prossimo Consiglio sarà all'O.d.G. la presunta incompatibilità di Ugo VERRILLO! Altro che nuvoloni!

Avevamo detto che avremmo inaugurato il sito assoavvocat.it con l'articolo sull'insediamento del Nuovo Consiglio dell'Ordine degli Avvocati del Tribunale di S.Maria Capua Vetere ma lo facciamo con qualche giorno di ritardo, per ragioniPANNONEindipendenti dalla nostra volontà! Del resto il fatto che quasi un terzo degli eletti abbia disertato la Cerimonia dell'insediamento non è stato certo uno spettacolo edificante, tanto più che, almeno per quanto ci risulta, non c'è stato alcun documento da parte degli avvocati eletti nella lista Avvocati 4.0, capeggiata dall'Avv. Adolfo Russo, che abbia specificato le ragioni del dissenso e neppure una qualsiasi replica alla dichiarazione fatta dal vice presidente del COA, avv. Renato IASELLI, dichiarazione che, tra l'altro prefigura come pomo della discordia la scelta della ubicazione della cerimonia!

E' stato comunque un successo per il neoeletto Presidente avv. Ottavio PANNONE e per i consiglieri presenti tutti! All'intero Consiglio formuliamo i migliori auguri per un lavoro proficuo e duraturo nell'interesse della classe forense che ormai da anni attraversa un periodo non facile! Il lustro appena trascorso soprattutto per la classe forense sammaritana è stato tra i più travagliati di cui abbiamo memoria e, per la verità, almeno dall'abbrivio sembra voler segnare anche quello che sta per cominciare.

La votazione relativa alla costituzione in giudizio pendente instaurato dagli avv.ti Angela DEL VECCHIO, Patrizia MANNA e Antonio MIRRA, proclazione degli eletti del Consiglio dell'Ordine ha visto i consiglieri eletti della lista "Dignità Forense" Presidente PANNONE compreso votare in un modo mentre il Vice Presidente del COA avv. IASELLI la segretaria Annamaria SADUTTO e la consigliera Renata PUOTI votare insieme ai consiglieri di minoranza. 

coa verrillo altriNon finisce qua perchè nuvoloni neri si addensano sul prossimo consiglio di venerdì 8 Marzo, Festa della Donna, augurissimi a tutte le Colleghe! Il consigliere avv. Elio STICCO, che non ha perduto "quello spirto guerrier che entro gli rugge", come disse il poeta, senza frapporre indugio ed a dispetto di qualsiasi pronuncia giurisdizionale, continua la sua battaglia sulla FEST !

Qualche giorno fa ha inviato al Presidente del COA avv. Ottavio PANNONE ed a tutti i consiglieri una missiva con la quale ricorda che il 9 Aprile p.v. scade il Consiglio di Amministrazione della FEST e si preoccupa di sottolineare che "la nomina certamente dovrà filtrare attraverso una regolamentazione imposta dal Nuovo Ordinamento Forense , che attribuisce al Consiglio dell’Ordine la supervisione ed il controllo della formazione dei praticanti e degli avvocati nonchè il riconoscimento dei crediti per il quale è stato predisposto il sistema Albosfera a mezzo del quale i crediti che la Fondazione ha erogati dal novembre col sistema RICONOSCO non sono accreditabili."

Non solo ma aggiunge:"dopo la regolamentazione bisogna procedere con urgenza alla nomina, cui dovrà seguire la consegna legale con lo inventario dello stato dell’immobile, delle attrezzature ed arredamento ,essendo mancata la manutenzione ed il Consiglio dovrà cautelarsi da responsabilità specie perché l’attuale C.d.A. ha amministrato senza procedere a regolare inventario a mezzo dell’Uff.Giud.e comunque in modo conflittuale così da infarcire la gestione di varie controversie.

La conflittualità-scrive Sticco nella missiva- è culminata perfino in una denuncia penale nei confronti di tutti i componenti del precedente C.O.A. che rafforza la incompatibile presenza dell’avv.Ugo Verrillo dimostrata peraltro nell’intervento della precedente seduta in cui spogliandosi della veste di Consigliere dell’Ordine assunse la difesa delle malefatte della Fondazione di cui è corresponsabile."

Ci sembra però, se non ricordiamo male, cosa possibilissima, che il CDA abbia vinto le cause intentate dal COA al CDA.

Arrivano infine da parte del Presidente emerito avv. STICCO "gli spunti per il nuovo regolamento." Eccoli:"Avvocati e Cassazionisti,organizzazione dello studio con i collaboratori diretto ed indiretti,assenza di ricorsi e procedimenti disciplinari e di conflitti tra Fondazione e Consiglio e di giudizi passati ed in corso con un minimo di esercizio di almeno dieci anni e diritto preferenziale per i Cassazionisti" ed ancora "divieto di cumulo della carica di Consigliere della Fondazione con quella di Consigliere dell’Ordine,Commissione di Disciplina,componente C.O.A. ed OUA. riconoscendo il diritto di revoca del C.O.A. in caso di trasgressione ,ferma la violazione deontologica." 

Applicazione del Nuovo Ordinamento che riserva supervisione e controllo della formazione al C.O.A. che attribuisce in via esclusiva i crediti formativi ed il riscontro delle presenze dei partecipanti agli eventi sia della Scuola dei Praticanti che della Formazione Continua essendo stato escluso il sistema “RICONOSCO”e sostituito con quello di “ALBO SFERA” dal

28 febbraio 2018." ed infine:"Entrambi i bilanci dovranno essere approvati nei termini e dovranno essere corredati oltre della relazione del Presidente: : a) del parere del Comitato Scientifico; b) della relazione del Tesoriere; c) del parere del Collegio dei Revisori d) specifica di ogni singola spesa"
Sticco conclude:"dovrebbe essere inserito nell’ordine del giorno del prossimo Consiglio." Assicura che al prossimo Consiglio sarà all'O.d.G. la presunta incompatibilità di Ugo VERRILLO! Altro che nuvoloni!